Tour del Salento on the road in due settimane

Avete mai pensato di fare un tour del Salento in auto? Se la risposta è sì questo è l’articolo che fa per voi! Vi accompagnerò tappa dopo tappa in un viaggio alla scoperta di quest’angolo di Puglia ricco di cultura e tradizioni immerso in un contesto naturalistico di rara bellezza.

Da Castro a Otranto, inizia la scoperta 

Prima tappa di questo tour del Salento è una perla situata lungo la costa orientale della penisola salentina, la parte medioevale è posta su un promontorio a 98 metri sopra il livello del mare, guardando giù, si scorge la parte bassa vicina al porto. Parlo di Castro, ideale per soggiornare, da utilizzare come base di partenza del tour. Ricca di aree naturali, la Grotta Zinzulusa merita sicuramente una visita. Interessante manifestazione del fenomeno carsico nel territorio salentino, il suo nome deriva dalla presenza al suo interno di stalattiti e stalagmiti che alla luce del sole ricordano i panni appesi (zinzuli, in salentino).

Dopo una giornata di sole e mare alla scoperta della piccola ma preziosa Castro, consiglio una cena nella vicina Otranto. Qui si apre una vasta scelta di ristoranti con un ottimo rapporto qualità prezzo situati nel centro storico che propongono piatti tipici della cucina salentina.

Seconda tappa: da Santa Cesarea Terme a Marina di Andrano

La scoperta del mare cristallino nel tacco dello Stivale continua con Santa Cesarea Terme, rinomata località turistica e termale. Vista però la mia incredibile curiosità, dopo una mattinata di relax, perché non prendere la macchina e spostarsi nella vicina Marina di Andrano a soli 16 minuti di strada.

Lecce: un concentrato di storia, arte, cultura e buona cucina

Il bello della Puglia è che accanto alle magnifiche spiagge, ci sono vare città che nascondono un’incredibile storia. Proseguiamo il nostro tour del Salento on the road visitando Lecce: un mix di arte di tutti i tipi, anche culinaria. Non a caso il tipico caffè “leccese” con ghiaccio e latte di mandorle è ormai un’istituzione in Puglia, insieme al pasticciotto, un dolce locale.

tour del santo e caffè alvino lecce
Caffè leccese con ghiaccio e latte di mandorle al Caffè Alvino di Lecce

Quello che mi ha colpita di più è la grandiosità di questa città con i suoi edifici in stile barocco. La piazza centrale del Duomo ospita la Cattedrale con una doppia facciata e il campanile. La Basilica di Santa Croce si distingue con la sua facciata dominata dal grande rosone centrale di ispirazione romanica.
Nelle vicinanze si trovano la Colonna di Sant’Oronzo, di epoca romana, la cui sommità ospita la statua di bronzo del patrono della città e l’anfiteatro romano.

lecce puglia
Centro storico di Lecce

 Ma Lecce non è solo storia, è anche colori, profumi, tradizione. Avevo avuto la fortuna di visitarla in un giorno di mercato, varie allegre bancarelle con prodotti tipici mi avevano portata a scoprire, in un vicolo nascosto, un ottimo ristorante dove rigenerarsi con delle meravigliose orecchiette pugliesi fatte a mano. Ricordo ancora quel profumo di basilico fresco all’arrivo del piatto.

Quarta tappa del tour del Salento in auto: da Torre dell’Orso si rientra verso Castro

Dopo una giornata di stampo culturale, regalatevi un giorno a completo contatto con la natura: Torre dell’Orso è nota per la sua sabbia finissima color argento che ti scivola tra le mani, con le acque limpide grazie alle correnti del canale d’Otranto. Per finire “con il botto” consiglio di provare un eccezionale ristorante sulla cima di Castro Ristorante Grotta del Conte con pesce freschissimo pescato in giornata. Prezzi ottimi in rapporto alla vista spettacolare che si affaccia sulla baia dell’omonima città.

pesce fresco grotta del conte castro puglia tappa obbligato di un itinerario del salento in auto
Pesce fresco al ristorante Grotta del Conte a Castro

Una bella passeggiata dopo cena a Ruffano con annesso un buon caffè leccese completano questo sogno di una notte di mezza estate.

Gallipoli: tra divertimento e cucina ricercata

Nonostante io ami la tranquillità nelle località di mare, Gallipoli è così famosa che un salto veloce – per completare questo tour del Salento on the road – lo si può fare, mettendo in conto però la grande difficoltà nel trovare parcheggio.

Vista su Gallipoli spiaggia, tappa imperdibile di un tour del Salento in auto
Vista sulla spiaggia di Gallipoli

Rumorosa, “giovane e vitale” è perfetta per una notte a ballare sulla spiaggia. La cena però è all’insegna del totale relax, coccolati da una cucina ricercata e rigorosamente locale alla “Locanda dei Semplici” a Maglie.

Salento on the road: da Castro a Santa Maria di Leuca

Salutiamo la nostra deliziosa casa delle vacanze a Castro (ogni mattina ci veniva rigorosamente portato il pasticciotto appena sfornato) e partiamo per un particolare (mai provato prima) bio casale a Casarano. Bio perché tutti i prodotti selezionati per la colazione sono biologici così come le marmellate di frutta e il miele home made. Il proprietario ogni mattina andava al mercato e ci portava frutta fresca di stagione e la mozzarella di bufala da accompagnare ai taralli pugliesi. Lui un appassionato lettore aveva una vera e propria biblioteca in salotto, il casale era immerso nel verde e nei fiori con una bella piscina sul retro. Un piccolo angolo di paradiso in aperta campagna. Da qui partiamo alla volta di Santa Maria di Leuca, una frazione di 1.200 abitanti in provincia di Lecce, nel Salento meridionale. Il suo nome deriva dal greco λευκός (leukós) e significa bianco, per le sue rocce bianche perpendicolari sul mare, mozzafiato.

Per cena in questa magica giornata, siamo stati al ristorante “A Kilometrozero” nella deliziosa cittadina di Supersano. Abbiamo assaporato i piatti tipici locali cucinati con materie prime di alta qualità e con la massima attenzione ai dettagli, in una cornice di pieno benessere.

Un tuffo nelle “Maldive del Salento” e a Torre San Giovanni

Marina di Pescoluse è la nostra prossima tappa del tour del Salento in auto: sabbia bianca e finissima, bassi fondali che permettono lunghissime passeggiate, isolotti che emergono dalle acque cristalline, praticamente un sogno, definita non a caso “Maldive del Salento”. Vedere per credere.

Questa regione dalle mille sfaccettature permette di alternare giornate movimentate nelle spiagge più note, a momenti di puro relax, in balia del mare e della pace che trasmette anche solo guardandolo. Torre San Giovanni è una meta così: ideale per ritrovare quella serenità talvolta dimenticata, ascoltando il rumore delle onde.

tour del salento on the road: torre san giovanni puglia
Torre San Giovanni

Chiudiamo in bellezza questo itinerario del Salento in auto, con una buona dose di malinconia da rientro, facendo tappa a Ostuni.

il nostro tour del Salento si conclude a Ostuni
La splendida Ostuni soprannominata la città bianca

Bianchissima e lucente, il suo caratteristico centro storico nei tempi passati era interamente dipinto con calce bianca. Ha ricevuto la Bandiera Blu per la pulizia delle sue acque e per la qualità dei servizi offerti.

Una vacanza così è per sempre, ti resta nel cuore.

Consigli utili

Per questo itinerario del Salento in auto sono necessarie due settimane. I luoghi scelti per il pernottamento sono Castro e Casarano, posti in posizione strategica per visitare il Salento.

Per spostarsi è necessaria l’auto, comodamente noleggiabile sul posto con un costo indicativo di 40 euro al giorno con copertura totale.

È preferibile prenotare con anticipo i ristoranti per la cena soprattutto ad Otranto.

Budget stimato

Per l’intero tour del Salento in auto ho stimato un costo di 1.800 euro.
Le strutture per il pernottamento sono di ottima qualità, a gestione familiare con grande attenzione verso i dettagli.

You May Also Like

Tre giorni nelle colline del Monferrato: cosa vedere

Carnevale 2021 in Italia: tutti gli eventi online

La Via della Costa: 348 km a piedi tra i borghi più belli della Liguria

Il Trenino del Bernina: il percorso delle emozioni

2 thoughts on “Tour del Salento on the road in due settimane”

  1. Consigli utili in uno stile fresco, di veloce e piacevole lettura, spunto per una visione di insieme e per scegliere itinerari e destinazioni di viaggio. Brava Elisa!!

  2. Grazie cara Sabrina! Sono felice di trasmettere, a voi lettori, contenuti piacevoli da leggere che siano al tempo stesso utili per organizzare un viaggio da Viaggiatori, attenti e curiosi e non solo da turisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Registrati
Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.